La filosofia e le sue questioni
 

L'Italia

Chenickname 26 Mag 2017 09:41
L'Italia occupa lo 0,5% della terra e ci vive lo 0.83% dell'umanita'.

Cosi'... tanto per riflettere sul ritorno ai nazionalismi.
pauperino@gmail.com 26 Mag 2017 11:34
Il giorno venerdì 26 maggio 2017 09:41:19 UTC+2, Chenickname ha scritto:
> L'Italia occupa lo 0,5% della terra e ci vive lo 0.83% dell'umanita'.
>
> Cosi'... tanto per riflettere sul ritorno ai nazionalismi.

Questo discorso mi suona come: la sottomissione al fascismo e` accettabile solo
verso chi ha il manganello piu` grosso, altrimenti e` immorale.
Neva 26 Mag 2017 12:07
Il 26/05/2017 09:41, Chenickname ha scritto:
> L'Italia occupa lo 0,5% della terra e ci vive lo 0.83% dell'umanita'.
>
> Cosi'... tanto per riflettere sul ritorno ai nazionalismi.
>
Ma il 100% degli italiani vivono in Italia :-)
Chenickname 26 Mag 2017 12:44
Il giorno venerdì 26 maggio 2017 11:34:55 UTC+2, paup...@gmail.com ha scritto:
> Il giorno venerdì 26 maggio 2017 09:41:19 UTC+2, Chenickname ha scritto:
>> L'Italia occupa lo 0,5% della terra e ci vive lo 0.83% dell'umanita'.
>>
>> Cosi'... tanto per riflettere sul ritorno ai nazionalismi.
>
> Questo discorso mi suona come: la sottomissione al fascismo e` accettabile
solo verso chi ha il manganello piu` grosso, altrimenti e` immorale.

______________________
Se fosse un discorso morale. :-)
Se invece e', come vorrebbe essere, un discorso opportunistico,
pragmatico, economico, anche etico ma nel senso di che scala bisogna
usare per risolvere i problemi etici. Anche politico ma idem, dove
dobbiamo fare politica, solo nel nostro orticello?

- Il Mercato e' globale, non ci piove.
- La Scienza e' globale, si esprime con valori universali come nessuna
altra disciplina di pensiero e' mai riuscita.
- La ******* inglese e' quasi globale e l'alfabeto dell'inglese e' latino!
Speriamo che non venga surclassata dal cinese, se no siamo nei *****i.
Qualche sintomo in rete gia' lo vedo.
- La cultura si sta globalizzando.
- La rete e' globale!
- trasporti sono globali.
- I problemi stanno diventando prevalentemente globali: inquinamento,
flussi migratori, delocalizzazione industriale...
Chenickname 26 Mag 2017 12:44
Il giorno venerdì 26 maggio 2017 12:07:40 UTC+2, Neva ha scritto:
> Il 26/05/2017 09:41, Chenickname ha scritto:
>> L'Italia occupa lo 0,5% della terra e ci vive lo 0.83% dell'umanita'.
>>
>> Cosi'... tanto per riflettere sul ritorno ai nazionalismi.
>>
> Ma il 100% degli italiani vivono in Italia :-)

_________________________________
Oh! Qui ti sbagli di grosso. :-)
Gli Italiani che vivono all'estero conservando la cittadinanza italiana
sono circa 4 milioni, mentre se contiamo gli *oriundi italiani*, il
Ministero degli esteri ci da' una statistica molto aggiornata :-) del
1995: 58.5 milioni di oriundi di cui 38.8 in America Latina, 16.1 in
America del nord e 2 milioni in Europa. Credo che soprattutto questo
ultimo dato sia molto aumentato da che si e' fatta l'Europa.
Chenickname 26 Mag 2017 12:57
Il giorno venerdì 26 maggio 2017 12:34:04 UTC+2, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
>
http://quifinanza.it/soldi/ora-anche-padoan-vede-la-possibile-fine-delleuro/122848/?ref=libero


_______________________
Si' ma leggi l'articolo, non solo il titolo: l'euro morira' se la
politica non si europeizza. Solo se la Germania si convincera' che
l'euro le conviene piu' del marco, accettera' di finanziare il
sud dell'Europa, per dirne una. In Italia, tra nord e sud, qualche
cosa del genere e' successa (Cassa del Mezzogiorno, ecc...). Mai
sentito nessun meri*****nale chiedere di uscire dalla lira. Negli
Stati Uniti, invece successe che gli stati secessionisti uscissero
dal dollaro.
Neva 26 Mag 2017 14:51
Il 26/05/2017 12:44, Chenickname ha scritto:
> Il giorno venerdì 26 maggio 2017 12:07:40 UTC+2, Neva ha scritto:
>> Il 26/05/2017 09:41, Chenickname ha scritto:
>>> L'Italia occupa lo 0,5% della terra e ci vive lo 0.83% dell'umanita'.
>>>
>>> Cosi'... tanto per riflettere sul ritorno ai nazionalismi.
>>>
>> Ma il 100% degli italiani vivono in Italia :-)
>
> _________________________________
> Oh! Qui ti sbagli di grosso. :-)
> Gli Italiani che vivono all'estero conservando la cittadinanza italiana
> sono circa 4 milioni, mentre se contiamo gli *oriundi italiani*, il
> Ministero degli esteri ci da' una statistica molto aggiornata :-) del
> 1995: 58.5 milioni di oriundi di cui 38.8 in America Latina, 16.1 in
> America del nord e 2 milioni in Europa. Credo che soprattutto questo
> ultimo dato sia molto aumentato da che si e' fatta l'Europa.
>

Per italiani io intendevo soltanto quelli che vivono e patiscono in
Italia l' Europa e la globalizzazione di un mercato schiaccia popoli,
tutti gli altri, con poche eccezioni, sono altro.
Chenickname 26 Mag 2017 15:10
Il giorno venerdì 26 maggio 2017 14:51:36 UTC+2, Neva ha scritto:
> Il 26/05/2017 12:44, Chenickname ha scritto:
>> Il giorno venerdì 26 maggio 2017 12:07:40 UTC+2, Neva ha scritto:
>>> Il 26/05/2017 09:41, Chenickname ha scritto:
>>>> L'Italia occupa lo 0,5% della terra e ci vive lo 0.83% dell'umanita'.
>>>>
>>>> Cosi'... tanto per riflettere sul ritorno ai nazionalismi.
>>>>
>>> Ma il 100% degli italiani vivono in Italia :-)
>>
>> _________________________________
>> Oh! Qui ti sbagli di grosso. :-)
>> Gli Italiani che vivono all'estero conservando la cittadinanza italiana
>> sono circa 4 milioni, mentre se contiamo gli *oriundi italiani*, il
>> Ministero degli esteri ci da' una statistica molto aggiornata :-) del
>> 1995: 58.5 milioni di oriundi di cui 38.8 in America Latina, 16.1 in
>> America del nord e 2 milioni in Europa. Credo che soprattutto questo
>> ultimo dato sia molto aumentato da che si e' fatta l'Europa.
>>
>
> Per italiani io intendevo soltanto quelli che vivono e patiscono in
> Italia l' Europa e la globalizzazione di un mercato schiaccia popoli,
> tutti gli altri, con poche eccezioni, sono altro.

______________________________
"mercato schiaccia popoli" !!!

Cosa ti fa pensare che il mercato schiacci i popoli?
Piu' c'e' mercato, piu' c'e' scambio di merci, di persone, di
esperienze, piu' i popoli dovrebbero stare meglio, no?

A me sembra, ma smentitemi se non vi pare, che un disoccupato
italiano oggi stia molto meglio di un operaio in catena di
montaggio alla Fiat o un addetto agli altiforni o un minatore
del Sulcis negli anni sessanta.

E che un operaio oggi nel terzo mondo stia molto meglio dei
suoi nonni contadini tra fame, pellagre, carestie, epidemie,
tifo, febbri gialle, malarie e pesti bubboniche.
Chenickname 26 Mag 2017 15:13
Il giorno venerdì 26 maggio 2017 15:10:15 UTC+2, Chenickname ha scritto:
> Il giorno venerdì 26 maggio 2017 14:51:36 UTC+2, Neva ha scritto:
>> Il 26/05/2017 12:44, Chenickname ha scritto:
>>> Il giorno venerdì 26 maggio 2017 12:07:40 UTC+2, Neva ha scritto:
>>>> Il 26/05/2017 09:41, Chenickname ha scritto:
>>>>> L'Italia occupa lo 0,5% della terra e ci vive lo 0.83% dell'umanita'.
>>>>>
>>>>> Cosi'... tanto per riflettere sul ritorno ai nazionalismi.
>>>>>
>>>> Ma il 100% degli italiani vivono in Italia :-)
>>>
>>> _________________________________
>>> Oh! Qui ti sbagli di grosso. :-)
>>> Gli Italiani che vivono all'estero conservando la cittadinanza italiana
>>> sono circa 4 milioni, mentre se contiamo gli *oriundi italiani*, il
>>> Ministero degli esteri ci da' una statistica molto aggiornata :-) del
>>> 1995: 58.5 milioni di oriundi di cui 38.8 in America Latina, 16.1 in
>>> America del nord e 2 milioni in Europa. Credo che soprattutto questo
>>> ultimo dato sia molto aumentato da che si e' fatta l'Europa.
>>>
>>
>> Per italiani io intendevo soltanto quelli che vivono e patiscono in
>> Italia l' Europa e la globalizzazione di un mercato schiaccia popoli,
>> tutti gli altri, con poche eccezioni, sono altro.
>
> ______________________________
> "mercato schiaccia popoli" !!!
>
> Cosa ti fa pensare che il mercato schiacci i popoli?
> Piu' c'e' mercato, piu' c'e' scambio di merci, di persone, di
> esperienze, piu' i popoli dovrebbero stare meglio, no?
>
> A me sembra, ma smentitemi se non vi pare, che un disoccupato
> italiano oggi stia molto meglio di un operaio in catena di
> montaggio alla Fiat o un addetto agli altiforni o un minatore
> del Sulcis negli anni sessanta.
>
> E che un operaio oggi nel terzo mondo stia molto meglio dei
> suoi nonni contadini tra fame, pellagre, carestie, epidemie,
> tifo, febbri gialle, malarie e pesti bubboniche.

Uomo affetto da pellagra:
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/1/13/Pellagra_NIH.jpg
rawmode 26 Mag 2017 20:53
"Chenickname"

> tutti gli altri, con poche eccezioni, sono altro.

______________________________
"mercato schiaccia popoli" !!!

Cosa ti fa pensare che il mercato schiacci i popoli?
Piu' c'e' mercato, piu' c'e' scambio di merci, di persone, di
esperienze, piu' i popoli dovrebbero stare meglio, no?

A me sembra,

.
.
.
Ma tu ci vai mai al mercato!?
ebbene se ci andresti sapresti che non ci sono i clienti,
questo vuol dire che non ci sono i popoli!!!
Ma di quali mercati parli?
Io parlo del sig. monsanto!!
Se tu sei bello e pasciuto sempre allo stesso modo da sempre e
la cosidetta "crisi" per te e' il programma televisivo di maggior
successo...
e' facile che sia cosi'...
non ci vuole nulla, per moltissimi e' cosi', "la crisi", il genere
letterario del ventunesimo secolo! Anche per me la crisi non esiste..
Non so proprio di che cacchio parlano perche' qui, non e' mai
ne' cambiato ne' successo nulla da sempre!
Dal tempo dei Greci, qui, se vuoi ci sono capre....
Sono avulso ad esempio da qualsiasi problema si possa parlare
alla tv.. pensione, lavoro, crisi!? Ma che state a di'!?
A me mi arriva un pasto e sto qui a scrivere altro non voglio
e non posso fare. Questo e' il mio capitale bancario, il piatto
forse di domani. Eppure non sono scemo, ma proprio per questo!
Se fossi scemo farei il Ministro, minimo!! Mi sarei buttato all'impronta
nella mischia di scemi, tipo *****atozoo, per arrivare prima!
Dimmi se non e' cosi'...!
Arrivre il primo degli scemi!!
rawmode 26 Mag 2017 21:11
"rawmode"

....
> Se fossi scemo farei il Ministro, minimo!! Mi sarei buttato all'impronta
> nella mischia di scemi, tipo *****atozoo, per arrivare prima!
> Dimmi se non e' cosi'...!
> Arrivre il primo degli scemi!!
>


non avete considetato che la genetica effettivamente
gira al contrario, lo avewvano capito Cino per esempio e
Hitler.. Voi vati della genetica ci state arrivando scientificamente..
Dunque sarete pronti a prostrarvi all'evidenza, che sempre i migliori
se ne vanno!!;)
rawmode 26 Mag 2017 21:40
"rawmode"

> Ma di quali mercati parli?
> Io parlo del sig. monsanto!!
>

E ci sono altri pochi che hanno tutto. Una decina che tra loro possono fare
*I Mercati*, o i mercanti.
Se hanno tutto hanno tutto, il gioco e' finito....
loro hanno i prodotti, loro hanno i soldi...
tutti i soldi e tutti i prodotti!
A che giocano!?

*I prodotti*

poi....
e' il linguaggio del mercato...
io prodotto
tu prodotto
il sasso prodotto
il ******* prodotto
l'acqua prodotto...
ma da chi
Chi e' il padrone dell'acqua e perche'?
Neva 27 Mag 2017 09:27
Il 26/05/2017 15:10, Chenickname ha scritto:
> Il giorno venerdì 26 maggio 2017 14:51:36 UTC+2, Neva ha scritto:
>> Il 26/05/2017 12:44, Chenickname ha scritto:
>>> Il giorno venerdì 26 maggio 2017 12:07:40 UTC+2, Neva ha scritto:
>>>> Il 26/05/2017 09:41, Chenickname ha scritto:
>>>>> L'Italia occupa lo 0,5% della terra e ci vive lo 0.83% dell'umanita'.
>>>>>
>>>>> Cosi'... tanto per riflettere sul ritorno ai nazionalismi.
>>>>>
>>>> Ma il 100% degli italiani vivono in Italia :-)
>>>
>>> _________________________________
>>> Oh! Qui ti sbagli di grosso. :-)
>>> Gli Italiani che vivono all'estero conservando la cittadinanza italiana
>>> sono circa 4 milioni, mentre se contiamo gli *oriundi italiani*, il
>>> Ministero degli esteri ci da' una statistica molto aggiornata :-) del
>>> 1995: 58.5 milioni di oriundi di cui 38.8 in America Latina, 16.1 in
>>> America del nord e 2 milioni in Europa. Credo che soprattutto questo
>>> ultimo dato sia molto aumentato da che si e' fatta l'Europa.
>>>
>>
>> Per italiani io intendevo soltanto quelli che vivono e patiscono in
>> Italia l' Europa e la globalizzazione di un mercato schiaccia popoli,
>> tutti gli altri, con poche eccezioni, sono altro.
>
> ______________________________
> "mercato schiaccia popoli" !!!
>
> Cosa ti fa pensare che il mercato schiacci i popoli?
> Piu' c'e' mercato, piu' c'e' scambio di merci, di persone, di
> esperienze, piu' i popoli dovrebbero stare meglio, no?

Il mercato imposto dalla selezione globalizzata dei profitti
>
> A me sembra, ma smentitemi se non vi pare, che un disoccupato
> italiano oggi stia molto meglio di un operaio in catena di
> montaggio alla Fiat o un addetto agli altiforni o un minatore
> del Sulcis negli anni sessanta.

L'ipotetico operaio forse sì, la famiglia reale di oggi forse no
>
> E che un operaio oggi nel terzo mondo stia molto meglio dei
> suoi nonni contadini tra fame, pellagre, carestie, epidemie,
> tifo, febbri gialle, malarie e pesti bubboniche.

Dei suoi nonni contadini forse sì ma con questo ragionamento
all'indietro presto si arriverà a poter considerare soddisfacente per i
nipoti a venire anche il cibo per *****i e tutto il resto delle
anacronistiche pretese :-(





>
Chenickname 27 Mag 2017 09:59
Il giorno sabato 27 maggio 2017 09:27:09 UTC+2, Neva ha scritto:
>> ______________________________
>> "mercato schiaccia popoli" !!!
>>
>> Cosa ti fa pensare che il mercato schiacci i popoli?
>> Piu' c'e' mercato, piu' c'e' scambio di merci, di persone, di
>> esperienze, piu' i popoli dovrebbero stare meglio, no?
>
> Il mercato imposto dalla selezione globalizzata dei profitti

___________________________
Si', certo, lo sappiamo. Il mercato agisce per massimizzare il profitto.
Il mercato globale lo fa su scala planetaria, anche spostando le
produzioni dove conviene. I suoi meccanismi sono noti. Ma le domande
che dovremmo *****i sono:

1) Con il mercato globale, il mondo sta migliorando o peggiorando?

2) Abbiamo un progetto migliore, realistico, attuabile?
ideaprima1@googlemail.com 27 Mag 2017 10:23
Il giorno sabato 27 maggio 2017 09:59:39 UTC+2, Chenickname ha scritto:
> Il giorno sabato 27 maggio 2017 09:27:09 UTC+2, Neva ha scritto:
>>> ______________________________
>>> "mercato schiaccia popoli" !!!
>>>
>>> Cosa ti fa pensare che il mercato schiacci i popoli?
>>> Piu' c'e' mercato, piu' c'e' scambio di merci, di persone, di
>>> esperienze, piu' i popoli dovrebbero stare meglio, no?
>>
>> Il mercato imposto dalla selezione globalizzata dei profitti
>
> ___________________________
> Si', certo, lo sappiamo. Il mercato agisce per massimizzare il profitto.
> Il mercato globale lo fa su scala planetaria, anche spostando le
> produzioni dove conviene. I suoi meccanismi sono noti. Ma le domande
> che dovremmo *****i sono:
>
> 1) Con il mercato globale, il mondo sta migliorando o peggiorando?
>
> 2) Abbiamo un progetto migliore, realistico, attuabile?



1 - dipende da ciò che ciascuno ritiene essere migliore o peggiore.
Per me no. E, comunque, di modi per migliorare ce ne sarebbero stati altri, di
altra natura .... mica era un percorso obbligato, questo, ... ma voluto solo da
pochi e senza consultare tutti gli altri. Di questo se ne dovranno fare carico,
in un modo o nellìaltro... prima o poi.

2 - ah beh.... ma allora, qui, si gioca sul comportamento condizionato ficcato
in testa a quasi tutti... e cioè che non vi sono altre soluzioni o avvenire,
diversi da quelli "vedibili" mostrati volutamente come soli possibili.
Ma... male per male e capirci niente per capirci niente... tanto vale buttar
tutto all'aria e lasciare che succeda ciò che deve succedere.... che già...
peggio di così mica andrebbe e potrebbe invece andare benone.
Chenickname 27 Mag 2017 10:36
Il giorno sabato 27 maggio 2017 10:23:23 UTC+2, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
> Il giorno sabato 27 maggio 2017 09:59:39 UTC+2, Chenickname ha scritto:
>> Il giorno sabato 27 maggio 2017 09:27:09 UTC+2, Neva ha scritto:
>>>> ______________________________
>>>> "mercato schiaccia popoli" !!!
>>>>
>>>> Cosa ti fa pensare che il mercato schiacci i popoli?
>>>> Piu' c'e' mercato, piu' c'e' scambio di merci, di persone, di
>>>> esperienze, piu' i popoli dovrebbero stare meglio, no?
>>>
>>> Il mercato imposto dalla selezione globalizzata dei profitti
>>
>> ___________________________
>> Si', certo, lo sappiamo. Il mercato agisce per massimizzare il profitto.
>> Il mercato globale lo fa su scala planetaria, anche spostando le
>> produzioni dove conviene. I suoi meccanismi sono noti. Ma le domande
>> che dovremmo *****i sono:
>>
>> 1) Con il mercato globale, il mondo sta migliorando o peggiorando?
>>
>> 2) Abbiamo un progetto migliore, realistico, attuabile?
>
>
>
> 1 - dipende da ciò che ciascuno ritiene essere migliore o peggiore.
> Per me no. E, comunque, di modi per migliorare ce ne sarebbero stati altri, di
altra natura .... mica era un percorso obbligato, questo, ... ma voluto solo da
pochi e senza consultare tutti gli altri. Di questo se ne dovranno fare carico,
in un modo o nellìaltro... prima o poi.
>
> 2 - ah beh.... ma allora, qui, si gioca sul comportamento condizionato ficcato
in testa a quasi tutti... e cioè che non vi sono altre soluzioni o avvenire,
diversi da quelli "vedibili" mostrati volutamente come soli possibili.
> Ma... male per male e capirci niente per capirci niente... tanto vale buttar
tutto all'aria e lasciare che succeda ciò che deve succedere.... che già...
peggio di così mica andrebbe e potrebbe invece andare benone.

___________________
Concretamente?
ideaprima1@googlemail.com 27 Mag 2017 12:54
Il giorno sabato 27 maggio 2017 10:36:20 UTC+2, Chenickname ha scritto:
> Il giorno sabato 27 maggio 2017 10:23:23 UTC+2, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
>> Il giorno sabato 27 maggio 2017 09:59:39 UTC+2, Chenickname ha scritto:
>>> Il giorno sabato 27 maggio 2017 09:27:09 UTC+2, Neva ha scritto:
>>>>> ______________________________
>>>>> "mercato schiaccia popoli" !!!
>>>>>
>>>>> Cosa ti fa pensare che il mercato schiacci i popoli?
>>>>> Piu' c'e' mercato, piu' c'e' scambio di merci, di persone, di
>>>>> esperienze, piu' i popoli dovrebbero stare meglio, no?
>>>>
>>>> Il mercato imposto dalla selezione globalizzata dei profitti
>>>
>>> ___________________________
>>> Si', certo, lo sappiamo. Il mercato agisce per massimizzare il profitto.
>>> Il mercato globale lo fa su scala planetaria, anche spostando le
>>> produzioni dove conviene. I suoi meccanismi sono noti. Ma le domande
>>> che dovremmo *****i sono:
>>>
>>> 1) Con il mercato globale, il mondo sta migliorando o peggiorando?
>>>
>>> 2) Abbiamo un progetto migliore, realistico, attuabile?
>>
>>
>>
>> 1 - dipende da ciò che ciascuno ritiene essere migliore o peggiore.
>> Per me no. E, comunque, di modi per migliorare ce ne sarebbero stati altri,
di altra natura .... mica era un percorso obbligato, questo, ... ma voluto solo
da pochi e senza consultare tutti gli altri. Di questo se ne dovranno fare
carico, in un modo o nellìaltro... prima o poi.
>>
>> 2 - ah beh.... ma allora, qui, si gioca sul comportamento condizionato
ficcato in testa a quasi tutti... e cioè che non vi sono altre soluzioni o
avvenire, diversi da quelli "vedibili" mostrati volutamente come soli possibili.

>> Ma... male per male e capirci niente per capirci niente... tanto vale buttar
tutto all'aria e lasciare che succeda ciò che deve succedere.... che già...
peggio di così mica andrebbe e potrebbe invece andare benone.
>
> ___________________
> Concretamente?




non lo so... io posso sapere come reagisco o reagirei io, ma non posso sapere la
reazione degli altri.
Tu non hai immaginazione?

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La filosofia e le sue questioni | Tutti i gruppi | it.cultura.filosofia | Notizie e discussioni filosofia | Filosofia Mobile | Servizio di consultazione news.