La filosofia e le sue questioni
 

Intelligenza sociale

pauperino@gmail.com 2 Giu 2017 14:23
consiste, al giorno d`oggi, nell`aderire alla fazione che permette impunemente
il maggior numero di comportamenti fascisti; ne individuo alcuni:

1) superiorita` antropologica (bonus se stabilita scientificamente)
2) violenza verbale
3) schedatura
4) giovanilismo, esaltazione della potenza ******* 5) cinismo selettivo ("ai
nemici in fronte il sasso, agli amici, tutto il cor!")

Se ci fate caso, le persone considerate brillanti, e questo a livello globale,
ricadono in queste categorie.

Io direi che, nonostante le apparenze, il fascismo ha vinto su tutta la linea.
ideaprima1@googlemail.com 2 Giu 2017 16:41
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 14:23:30 UTC+2, paup...@gmail.com ha scritto:
> consiste, al giorno d`oggi, nell`aderire alla fazione che permette impunemente
il maggior numero di comportamenti fascisti; ne individuo alcuni:
>
> 1) superiorita` antropologica (bonus se stabilita scientificamente)
> 2) violenza verbale
> 3) schedatura
> 4) giovanilismo, esaltazione della potenza ******* > 5) cinismo selettivo ("ai
nemici in fronte il sasso, agli amici, tutto il cor!")
>
> Se ci fate caso, le persone considerate brillanti, e questo a livello globale,
ricadono in queste categorie.
>
> Io direi che, nonostante le apparenze, il fascismo ha vinto su tutta la linea.



-------------------------------------------------------------------





e perché 'sta roba la definisci "intelligenza"?

a meno che quel "sociale" non ne capovolga il significato.

Allora sarei d'accordo :)
Neva 2 Giu 2017 16:43
Il 02/06/2017 14:23, pauperino@gmail.com ha scritto:
> consiste, al giorno d`oggi, nell`aderire alla fazione che permette impunemente
il maggior numero di comportamenti fascisti; ne individuo alcuni:
>
> 1) superiorita` antropologica (bonus se stabilita scientificamente)
> 2) violenza verbale
> 3) schedatura
> 4) giovanilismo, esaltazione della potenza ******* > 5) cinismo selettivo ("ai
nemici in fronte il sasso, agli amici, tutto il cor!")
>
> Se ci fate caso, le persone considerate brillanti, e questo a livello globale,
ricadono in queste categorie.
>
> Io direi che, nonostante le apparenze, il fascismo ha vinto su tutta la linea.
>

Tanto per elencarne qualcuno... :-(
Neva 2 Giu 2017 17:00
Il 02/06/2017 16:41, ideaprima1@googlemail.com ha scritto:
> Il giorno venerdì 2 giugno 2017 14:23:30 UTC+2, paup...@gmail.com ha scritto:
>> consiste, al giorno d`oggi, nell`aderire alla fazione che permette
impunemente il maggior numero di comportamenti fascisti; ne individuo alcuni:
>>
>> 1) superiorita` antropologica (bonus se stabilita scientificamente)
>> 2) violenza verbale
>> 3) schedatura
>> 4) giovanilismo, esaltazione della potenza ******* >> 5) cinismo selettivo
("ai nemici in fronte il sasso, agli amici, tutto il cor!")
>>
>> Se ci fate caso, le persone considerate brillanti, e questo a livello
globale, ricadono in queste categorie.
>>
>> Io direi che, nonostante le apparenze, il fascismo ha vinto su tutta la
linea.
>
>
>
> -------------------------------------------------------------------
>
>
>
>
>
> e perché 'sta roba la definisci "intelligenza"?
>
> a meno che quel "sociale" non ne capovolga il significato.
>
> Allora sarei d'accordo :)
>
>
l' intelligenza "applicata" è sempre teleologica :-)
pauperino@gmail.com 2 Giu 2017 17:12
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 14:43:47 UTC, Neva ha scritto:

> Tanto per elencarne qualcuno... :-(

Fai caso alla numero 2: secondo la mia esperienza, la maggior parte delle
discussioni su internet si risolve grazie all`"argomentazione" della violenza
verbale, nel senso che vince couli che puo` permettersi di insultare liberamente
l`avversario, senza nessun pericolo (legale o di perdita di accettabilita`
sociale). Se questa e` democrazia...
pauperino@gmail.com 2 Giu 2017 17:13
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 14:41:41 UTC, ideap...@googlemail.com ha
scritto:

>
> e perché 'sta roba la definisci "intelligenza"?
>
> a meno che quel "sociale" non ne capovolga il significato.
>
> Allora sarei d'accordo :)

Ormai sociale e` sinonimo di squadristico: un`altra vittoria del fascismo.
ideaprima1@googlemail.com 2 Giu 2017 17:18
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 17:00:23 UTC+2, Neva ha scritto:
> Il 02/06/2017 16:41, ideaprima1@googlemail.com ha scritto:


ideaprima
>> e perché 'sta roba la definisci "intelligenza"?
>> a meno che quel "sociale" non ne capovolga il significato.
>> Allora sarei d'accordo :)


Neva
> l' intelligenza "applicata" è sempre teleologica :-)


Neva, sii caritatevole... spiega ata roba che hai detto a una in-colta come me.
ideaprima1@googlemail.com 2 Giu 2017 17:27
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 17:13:56 UTC+2, paup...@gmail.com ha scritto:
> Il giorno venerdì 2 giugno 2017 14:41:41 UTC, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
>
>>
>> e perché 'sta roba la definisci "intelligenza"?
>>
>> a meno che quel "sociale" non ne capovolga il significato.
>>
>> Allora sarei d'accordo :)
>
> Ormai sociale e` sinonimo di squadristico: un`altra vittoria del fascismo.



la domanda era come mai definisci "intelligenza" questi atteggiamenti
Neva 2 Giu 2017 19:40
Il 02/06/2017 17:12, pauperino@gmail.com ha scritto:
> Il giorno venerdì 2 giugno 2017 14:43:47 UTC, Neva ha scritto:
>
>> Tanto per elencarne qualcuno... :-(
>
> Fai caso alla numero 2: secondo la mia esperienza, la maggior parte delle
discussioni su internet si risolve grazie all`"argomentazione" della violenza
verbale, nel senso che vince couli che puo` permettersi di insultare liberamente
l`avversario, senza nessun pericolo (legale o di perdita di accettabilita`
sociale). Se questa e` democrazia...
>
La violenza verbale in internet fa il paio con quella che la tv da tempo
coltiva con successo e senza scrupoli per fare odiens
rawmode 2 Giu 2017 21:18
<pauperino@


> consiste, al giorno d`oggi, nell`aderire alla fazione che permette
> impunemente il maggior numero di comportamenti fascisti; ne individuo
> alcuni:
>
> 1) superiorita` antropologica (bonus se stabilita scientificamente)
> 2) violenza verbale
> 3) schedatura
> 4) giovanilismo, esaltazione della potenza ******* > 5) cinismo selettivo ("ai
nemici in fronte il sasso, agli amici, tutto il
> cor!")
>
> Se ci fate caso, le persone considerate brillanti, e questo a livello
> globale, ricadono in queste categorie.
>
> Io direi che, nonostante le apparenze, il fascismo ha vinto su tutta la
> linea.


.......
La mia teoria e' talmente semplice da risultare semplicistica;
in un tempo e in un posto come questo, non si puo' essere
sani di mente. Ora tralasciamo quale possa essere in se' la sanita'
mentale, ma presentarla oggigiorno come consueta, secondo me
(magari con la cravatta!!) e' segno di squilibrio certo!!
Essere "equilibrati" e' segno di squilibrio... Ovvero sono tutti pazzi
e non puoi essere "normale" tra i pazzi!
Si tratta di decidere il tipo di follia, se e' controllata allora puo'
andare.
Dunque il normale sono io! La mia normalita' e' questa violenza estrema che
forse non
sentite...
rawmode 2 Giu 2017 21:46
"rawmode"

> Essere "equilibrati" e' segno di squilibrio... Ovvero sono tutti pazzi
> e non puoi essere "normale" tra i pazzi!
>

Questo si puo' verificare scimmiescamente cioe' scientificamente
pensando a quel fenomeno(che poi fenomeno non e'), di quella
stradina che esiste in un posto, ma e' una stradona ora che ci penso,
dove...
dove l'acqua risale o sembra risalire e la bottiglietta rotola all'insu'.

E' sfruttato questo giochino nei luna-park; con la *casa magnetica* dove
succede lo stesso ma molto piu' amplificato!! E' tutto storto sin
dall'inizio e dentro le palle di un bigliardo storto quando sono "spaccate",
vanno tutte a infilarsi nella buca in alto!

E' tutto storto e cosi' e' tutto pazzo, sin dall'inizio..
solo le palle non s'imbucano da sole!!
rawmode 2 Giu 2017 22:10
"rawmode"


> dall'inizio e dentro le palle di un bigliardo storto quando sono
> "spaccate",
> vanno tutte a infilarsi nella buca in alto!
>
>

quella buca sembra in alto! In realta' e' in basso e le palle
fanno le palle. quello che e' cambiato in quell'ambiente e'
la salita' all'inizio, che ci ha man mano "normalizzato"! Tanto che
una salita minore(nella casa!!) sembra una salita per l'appunto..
Ma questo girandosi...
girandosi si vede una grossa discesa e quella del biliardo..
una discesa minore...
quella per la quale vanno le palle.

tracciate allora una linea a quarantacinque gradi, poi a
sinistra di questa tracciate un piccolo tratto di un'altra
linea, che la tocchi, questa magari a trenta gradi. ora nel punto
d'intersezione tracciate un omino perpendicolare alla prima
linea. Se questo omino ora guardasse giu' lungo la linea,
nella " sua normalita' ", la seconda linea gli parrebbe una salita.
Questo e' tecnicamente il fenomeno, dimostra solo che la mente
e' diversamente normalizzabile.
ideaprima1@googlemail.com 3 Giu 2017 03:28
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 19:39:55 UTC+2, Neva ha scritto:
> Il 02/06/2017 17:12, pauperino@gmail.com ha scritto:
>> Il giorno venerdì 2 giugno 2017 14:43:47 UTC, Neva ha scritto:
>>
>>> Tanto per elencarne qualcuno... :-(
>>
>> Fai caso alla numero 2: secondo la mia esperienza, la maggior parte delle
discussioni su internet si risolve grazie all`"argomentazione" della violenza
verbale, nel senso che vince couli che puo` permettersi di insultare liberamente
l`avversario, senza nessun pericolo (legale o di perdita di accettabilita`
sociale). Se questa e` democrazia...
>>
> La violenza verbale in internet fa il paio con quella che la tv da tempo
> coltiva con successo e senza scrupoli per fare odiens



io non generalizzerei.
In internet c'è una quantità enorme di luoghi di discussione in cui si discute
del tutto civilmente e costruttivamente perchè c'è reale desiderio di
confronto per arrivare alla comprensione di qualcosa.
Ma se deve essere questo l'argomento di questa discussione, che se ne parli
seriamente, del tutto chiaramente e davvero a fondo, allora, e non in questo
modo che non fa che aggiungere polemiche inutili senza entrare nel vero merito
della questione, che è molto ma molto più complessa.
pauperino@gmail.com 3 Giu 2017 08:31
Il giorno sabato 3 giugno 2017 03:28:46 UTC+2, ideap...@googlemail.com ha
scritto:

> io non generalizzerei.

Va bene, ma quello che volevo evidenziare e` che in democrazia la violenza
verbale e` identificata come un comportamento vincente qualora gli sia dato uno
spazio di tolleranza o accettabilita` sociale: come se si lasciassero (diciamo
pure volontariamente) delle sacche di fascismo per essere strumentalizzate.
Loris Dalla Rosa 3 Giu 2017 10:10
Il 02/06/2017 21:46, rawmode ha scritto:
> "rawmode"
>
>> Essere "equilibrati" e' segno di squilibrio... Ovvero sono tutti pazzi
>> e non puoi essere "normale" tra i pazzi!

> Questo si puo' verificare scimmiescamente cioe' scientificamente
> pensando a quel fenomeno(che poi fenomeno non e'), di quella
> stradina che esiste in un posto, ma e' una stradona ora che ci penso,
> dove...

Intendi questo?
http://www.fabiovassallo.it/ita/valdicembra/montagnaga.html
Lo conosco bene. In effetti "squilibra" la mente. Ma il curatore della
pagina web ha ben *****izzato il fenomeno che "riequilibra" la mente.
E' la razionalita' che "uccide" i "miracoli" e riequilibra la mente,
sottraendola, dicendolo piu' in generale, a spettri, fantasmi e
spiritelli vari, e a tutti i maghi e le fatucchiere che speculano sui
creduloni. Poi si puo'giocare con le parole, come fai tu, ******* ludens".
Ciao,
Loris
Loris Dalla Rosa 3 Giu 2017 10:14
Il 03/06/2017 10:10, Loris Dalla Rosa ha scritto:

> ...fatucchiere...
fattucchiere! Se non le fattucchiere, rispettiamo almeno l'ortografia:-)
ideaprima1@googlemail.com 3 Giu 2017 11:17
Il giorno sabato 3 giugno 2017 08:31:42 UTC+2, paup...@gmail.com ha scritto:
> Il giorno sabato 3 giugno 2017 03:28:46 UTC+2, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
>
>> io non generalizzerei.
>
> Va bene, ma quello che volevo evidenziare e` che in democrazia la violenza
verbale e` identificata come un comportamento vincente qualora gli sia dato uno
spazio di tolleranza o accettabilita` sociale: come se si lasciassero (diciamo
pure volontariamente) delle sacche di fascismo per essere strumentalizzate.






paup... sinceramente, penso che apparteniamo a mondi diversi.
Questo non preclude una sorta di "rapporto" superficiale anche gradevole, ma
quando si va in profondità escono poi questi differenti modi di considerre lo
stato reale delle cose.
Tu rimani ancorato a quella tua forma di cultura un po' di "casta" di un certo
tipo, che necessita di modelli e ordine di idee sociali convenzionali che
possano dare certezze durature nel tempo,... perlomeno, è questa l'idea che mi
dài e se sbaglio correggimi. Al tempo stesso hai una sensibilità cui
certamente non basta la superficialità accademica come a molti di coloro che a
quella casta appartengono o ai molti altri cui piace fingere di appartenere per
dare una sorta di immagine di facciata al loro nulla mentale e di sentire,...
altrimenti non staresti qui a parlarmi e mi snobberesti come altri che in questi
NG di filosofia lo fanno intenzionalmente e tranquillamente provandoci pure un
certo ******* che mostra unicamante miseria umana e nullità intellettiva
personale. Non a caso si esprimono solo attraverso nozioni e riferimenti a
pensieri altrui, di personaggi e filosofi che trasmettono in loro certezze
acriticamente acquisite sin dall'età scolare e che si sono tenute strette nella
vita per dare di se stessi un'immagine da "pensatori" che essi assolutamente non
sono.
Ecco... tu non sei così... perlomeno, finora non mi hai dato motivo di
pensarlo, per cui hai il mio rispetto e considerazione ..... ma .....
C'è un ma. Ma sei ancora abbarbicato ad un'idea di "società" che oggi non
esiste più, nonostante si mantengano nel quotidiano, e volutamente da chi ci
manovra, certi termini quali appunto "democrazia".. o "fascismo" e relativi
destra o sinistra ... o "cultura" alta media o bassa che sia.. o "rispetto" ....
e così via.
Che tutto questo non esista più e che tutto sia ormai solo la stessa desolante
uniformità che li schiaccia e costringe in perenne cattività e miseria lo sa
bene la povera gente, che è molta.. moltissima ... e che dovrebbe essere il
"popolo" ma non è più manco un nome che la definisca. E lo sanno bene coloro
che ci muovono tutti come pagliacci, pur se fingono di crederci sempre per
continuare a farci fessi.
Ma l'illusione che queste cose ancora esistano e che stia solo all'impegno
sociale mantenerle sempre ben lubrificate e funzionanti rimane tuttavia in
quella fascia sociale di persone che si sono riconosciute e sentite gratificate
per lunghissimo tempo, o anche idealmente, nell'immagine sociale di un qualsiasi
tipo di valore vuoi culturale, o professionale, o di altro che stia ad appagare
questo loro ego sociale. Poichè senza una società ben impostata questa loro
immagine gratificante verrebbe meno.
Ma .... no, paup.... non c'è più. C'era una volta mio nonno che era
socialmente in vista ma il cui vanto era essere un galantuomo, e la cui
aspirazione era svolgere al meglio il proprio lavoro e non avere passivi così
da poter pagare regolarmente i suoi operai e magari poter non far mancare loro
il panettone a Natale.
C'era una volta mio bisnonno che svolgeva umilmente il suo impiego di segretario
all'Ateneo cittadino senza mai essersi ritenuto "colto"... così come tutti i
miei antenati recenti e remoti, che hanno sempre svolto sommessamente ma
intensamente le loro attività in svariati campi sia letterari che artistici che
culturali e pure filosofici. E c'era, nella Venezia del 1600, un mio antenato
che scrisse un trattato alchemico, definito aureo e tradotto in latino... e che
rimase semplicemente se stesso, caritatevole nei confronti dei poveracci e
mendicanti di cui pullulava la città e ai quali donò tutto il suo denaro.
Ah... potrei parlarti a lungo di questa gente... una miriade di gente "colta"
che manco sapeva di esserlo o di cui non si faceva vanto e per cui il valore era
essere utili agli altri con i fatti... non con vuote parole, mettendosi in
cattedra e dicendo agli altri cosa fare per migliorare il mondo. Oggi quel
tièpo di società è venuta meno col venir meno di gente così fatta...
compresi i poveracci, i calpestati, che sapevano alzare la testa per affermare
la loro dignità... la sola cosa di cui non li si poteva privare e per cui
sarebbero morti difendendola.... e lo facevano, infatti.
Non c'è più quel mondo, paup. Oggi c'è gente ancora più povera.. che ha
perso se stessa, e che se la si vuole aiutare ci deve abbassare verso di essa
per tentare di sollevarla. E s*****arcisi un pochino, anche culturalmente. Ma
che senso avrebbe, altrimenti, parlare di squadroni fascisti e democrazia, se
poi si lascia la gente nei suoi ghetti? Cosa è questo voler dirsi colti se non
ciò che in effetti oggigiorno è diventato, ossia un parlare del nulla da parte
di persone che sono nulla?
rawmode 3 Giu 2017 14:19
"Loris Dalla Rosa"

>> stradina che esiste in un posto, ma e' una stradona ora che ci penso,
>> dove...
>

> Intendi questo?
> http://www.fabiovassallo.it/ita/valdicembra/montagnaga.html
> Lo conosco bene. In effetti "squilibra" la mente. Ma il curatore della
> pagina web ha ben *****izzato il fenomeno che "riequilibra" la mente.
> E' la razionalita' che "uccide" i "miracoli" e riequilibra la mente,
> sottraendola, dicendolo piu' in generale, a spettri, fantasmi e spiritelli
> vari, e a tutti i maghi e le fatucchiere che speculano sui creduloni. Poi
> si puo'giocare con le parole, come fai tu, ******* ludens".
> Ciao,
> Loris
>

Non credi a spettri fantasmi e spiritelli varii!? Nemmeno al
punto quattro:
"Influsso dal vicino santuario mariano di Montagnaga." !!?
Mah, si' cmq, io credo di averlo visto da qualche altra parte
dove non vi era neppure una seconda strada vicina da poter
confrontare.. e alla soluzione ero giunto da solo, visitando per
l'appunto "la casa magnetica".. E la conclusione e' quella, che
la mente tende a normalizzare qualsiasi situazione che si venga
a creare.. si adatta in poche parole, per quello qualcuno diceva
che ci si abitua anche alla ******* a lungo andare, e questo non
e' molto rassicurante!! Del resto manco c'e' da scervellarsi piu'
di tanto per associare la "normalita' mentale" alla "normalita' "
fisica, che e' la perpendicolare ad una retta(la normale), o anche
all'eqrilibrio(mentale o fisico), che in fondo si stabilisce con
una livella. Portero' cmq il mio ragionamento alla logica, fino a
scovarti gli spiritelli che tanto temi!! :))
Loris Dalla Rosa 3 Giu 2017 16:34
Il 03/06/2017 14:19, rawmode ha scritto:
> "Loris Dalla Rosa"
>
>>> stradina che esiste in un posto, ma e' una stradona ora che ci penso,
>>> dove...
>>
>
>> Intendi questo?
>> http://www.fabiovassallo.it/ita/valdicembra/montagnaga.html
>> Lo conosco bene. In effetti "squilibra" la mente. Ma il curatore della
>> pagina web ha ben *****izzato il fenomeno che "riequilibra" la mente.
>> E' la razionalita' che "uccide" i "miracoli" e riequilibra la mente,
>> sottraendola, dicendolo piu' in generale, a spettri, fantasmi e spiritelli
>> vari, e a tutti i maghi e le fatucchiere che speculano sui creduloni. Poi
>> si puo'giocare con le parole, come fai tu, ******* ludens".
>> Ciao,
>> Loris

> Non credi a spettri fantasmi e spiritelli varii!? Nemmeno al
> punto quattro:
> "Influsso dal vicino santuario mariano di Montagnaga." !!?

Quello esiste senz'altro, ma solo nelle teste disturbate.

> Mah, si' cmq, io credo di averlo visto da qualche altra parte
> dove non vi era neppure una seconda strada vicina da poter
> confrontare.. e alla soluzione ero giunto da solo, visitando per
> l'appunto "la casa magnetica".. E la conclusione e' quella, che
> la mente tende a normalizzare qualsiasi situazione che si venga
> a creare.. si adatta in poche parole, per quello qualcuno diceva
> che ci si abitua anche alla ******* a lungo andare, e questo non
> e' molto rassicurante!! Del resto manco c'e' da scervellarsi piu'
> di tanto per associare la "normalita' mentale" alla "normalita' "
> fisica, che e' la perpendicolare ad una retta(la normale), o anche
> all'eqrilibrio(mentale o fisico), che in fondo si stabilisce con
> una livella. Portero' cmq il mio ragionamento alla logica, fino a
> scovarti gli spiritelli che tanto temi!! :))

Ach, caro raw, avresti il tuo bel daffare... non si puo' temere cio'
nella cui esistenza reale non si crede. Gli spettri, quelli davvero
pericolosi, hanno l'impalpabile realta' di uno squilibrio mentale.
Sono spettri, per fare un esempio serio, anzi drammatico, le 50 regole
di quel gioco auto-lesionistico e infine mortale che va sotto il nome di
"Blue Whale". Spettri che si aggirano in menti disturbate di
adolescenti, e in quelle squilibrate e criminali dei loro "curatori",
che dovrebbero marcire in uno quei manicomi criminali da tempo soppressi
e di cui si sente la mancanza.
Un saluto,
Loris
pauperino@gmail.com 4 Giu 2017 15:34
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 14:41:41 UTC, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
> e perché 'sta roba la definisci "intelligenza"?
>
> a meno che quel "sociale" non ne capovolga il significato.
>
> Allora sarei d'accordo :)

Perche`, aldila` di tutto, questi tipi di "argomenti" sono efficacissimi e pure
efficentissimi: mentre nel fascismo la minaccia poteva andare a finire in
manganellate per i piu recalcitranti, in democrazia non serve arrivare a tanto:
e sufficiente la tolleranza selettiva e a senso unico verso alcune
intimidazioni, e l`intransigenza verso tutte le altre.

Intelligenza allora intesa come maggior risultato con il minimo sforzo ;-)
ideaprima1@googlemail.com 4 Giu 2017 19:26
Il giorno domenica 4 giugno 2017 15:34:54 UTC+2, paup...@gmail.com ha scritto:
> Il giorno venerdì 2 giugno 2017 14:41:41 UTC, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
>> e perché 'sta roba la definisci "intelligenza"?
>>
>> a meno che quel "sociale" non ne capovolga il significato.
>>
>> Allora sarei d'accordo :)
>
> Perche`, aldila` di tutto, questi tipi di "argomenti" sono efficacissimi e
pure efficentissimi: mentre nel fascismo la minaccia poteva andare a finire in
manganellate per i piu recalcitranti, in democrazia non serve arrivare a tanto:
e sufficiente la tolleranza selettiva e a senso unico verso alcune
intimidazioni, e l`intransigenza verso tutte le altre.
>
> Intelligenza allora intesa come maggior risultato con il minimo sforzo ;-)



la gente manco lo sa più, cosa sia democrazia.
E' del tutto frastornata.
thisDeadBoy 5 Giu 2017 09:02
Il giorno domenica 4 giugno 2017 19:26:30 UTC+2, ideap...@googlemail.com ha
scritto:

> la gente manco lo sa più, cosa sia democrazia.

La legge dei grandi numeri?
Chenickname 5 Giu 2017 11:10
>>la gente manco lo sa più, cosa sia democrazia. 

> La legge dei grandi numeri? 

------
Acqua. Ritenta.
pauperino@gmail.com 6 Giu 2017 18:45
Il giorno venerdì 2 giugno 2017 12:23:30 UTC, paup...@gmail.com ha scritto:
> Se ci fate caso, le persone considerate brillanti, e questo a livello globale,
ricadono in queste categorie.
>
> Io direi che, nonostante le apparenze, il fascismo ha vinto su tutta la linea.

"La forza è nella virilità, come una volta
Ma la gentilezza è perduta

Qualunque cosa si manifesti
altro non viene manifestato che la forza
sia pure la forza dei destinati alla sconfitta

Tutto ciò che non si può significar per parole
non è che pura e semplice forza –

Ma quanta innocenza nel non sapere questo!
Quanto bisogna essere giovani per crederlo!"

Pasolini.

La violenza verbale permessa non e` altro che la manifestazione di una forza non
argomentativa (fascismo).
Persio 22 Giu 2017 15:42
Il 05/06/2017 09:02, thisDeadBoy ha scritto:
> Il giorno domenica 4 giugno 2017 19:26:30 UTC+2, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
>
>> la gente manco lo sa più, cosa sia democrazia.
>
> La legge dei grandi numeri?
>
>
nntp

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La filosofia e le sue questioni | Tutti i gruppi | it.cultura.filosofia | Notizie e discussioni filosofia | Filosofia Mobile | Servizio di consultazione news.