La filosofia e le sue questioni
 

La disfunzionalita intrinseca della democrazia alla base del fascismo?

pauperino@gmail.com 24 Ago 2017 13:46
Che la democrazia sia disfunzionale -cioe` produca, tanto piu` applicata,
effetti indesiderati- lo dimostra questa semplice constatazione: in almeno due
occasioni (Italia e S.u.dA) il processo democratico ha prodotto l`elezione di
due campioni dell`antidemocraticita` (i peggiori possibili!): i campioni della
democraticita`, molto democraticamente, non hanno potuto far niente per impedire
che cio avvenisse.

Questa disfunzionalita` si fonda sull`inefficacia dei metodi democratici
rispetto a quelli piu` efficaci di governo delle masse, e produce (pena
l`ingovernabilita` e l`emersione di pulsioni autoritarie incontrollate) una
tolleranza tattica verso metodi piu` funzionanti di .gestione delle stesse.

Naturalmente questa tolleranza non puo` essere dichiarata e palese, ma deve
passare come liberta` di parola, di satira o cose del genere.

Si vengono cosi` a formare due livelli: uno istituzionale democratico,
strategico e argomentativo (per sua natura lento, inerte, e poco efficace); il
secondo, non immediatamente legato alle istituzioni (non governativo), dove
prevale lo scontro tattico, basato su comportamenti efficacissimi nel breve
termine: insulti, intimidazioni, minacce, sfottiture, lombrosismi, ecc.

Questo secondo livello (la base dell`Eisberg democratico) viene contrastato
ipocritamente e superficialmente solo per essere guidato secondo l`interesse del
momento (ad esempio quando si indica per legge chi puo` essere insultato
gratuitamente e chi no), ma fondamentalmente ho l`impressione che venga
coltivato per i motivi suddetti.
ideaprima1@googlemail.com 24 Ago 2017 13:58
Il giorno giovedì 24 agosto 2017 13:46:19 UTC+2, paup...@gmail.com ha scritto:
> Che la democrazia sia disfunzionale -cioe` produca, tanto piu` applicata,
effetti indesiderati- lo dimostra questa semplice constatazione: in almeno due
occasioni (Italia e S.u.dA) il processo democratico ha prodotto l`elezione di
due campioni dell`antidemocraticita` (i peggiori possibili!): i campioni della
democraticita`, molto democraticamente, non hanno potuto far niente per impedire
che cio avvenisse.
>
> Questa disfunzionalita` si fonda sull`inefficacia dei metodi democratici
rispetto a quelli piu` efficaci di governo delle masse, e produce (pena
l`ingovernabilita` e l`emersione di pulsioni autoritarie incontrollate) una
tolleranza tattica verso metodi piu` funzionanti di .gestione delle stesse.
>
> Naturalmente questa tolleranza non puo` essere dichiarata e palese, ma deve
passare come liberta` di parola, di satira o cose del genere.
>
> Si vengono cosi` a formare due livelli: uno istituzionale democratico,
strategico e argomentativo (per sua natura lento, inerte, e poco efficace); il
secondo, non immediatamente legato alle istituzioni (non governativo), dove
prevale lo scontro tattico, basato su comportamenti efficacissimi nel breve
termine: insulti, intimidazioni, minacce, sfottiture, lombrosismi, ecc.
>
> Questo secondo livello (la base dell`Eisberg democratico) viene contrastato
ipocritamente e superficialmente solo per essere guidato secondo l`interesse del
momento (ad esempio quando si indica per legge chi puo` essere insultato
gratuitamente e chi no), ma fondamentalmente ho l`impressione che venga
coltivato per i motivi suddetti.



------------------------------------------------






e quando mai ci sarebbe stata la democrazia?
pauperino@gmail.com 24 Ago 2017 16:30
Il giorno giovedì 24 agosto 2017 11:58:35 UTC, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
> e quando mai ci sarebbe stata la democrazia?

Alla fine il punto e` questo, perche` la democrazia e` qualcosa di informe: e`
un metodo di voto? e` un sistema di leggi? e` il comportamento o la condizione
media dei cittadini? puo` prescindere dal risultato complessivo? si potrebbe
quasi stabilire che un paese tanto piu` e` democratico, tanto piu` e` sul punto
di generare qualsiasi altra forma di governo.


Esempi di democrazia che rinnega se` stessa, in quanto inefficace, possono
essere il concetto di spesa pubblica inteso sempre generalmente come
improduttivo o spreco, oppure quando si elogiano le organizzazioni non
governative, come se l`essere "non governativo" (e il governo dovrebbe essere la
massima espressione democratica) fosse la garanzia di efficienza e,
paradossalmente, di neutralita` democratica.

Per come la penso io, il modello archetipico delle Ong (intese come entita`
anarchiche, all`ultimo grido, giovanilistiche, efficientissime, estetizzanti,
edonistiche, situazionistiche, strafottenti e pure volgari) potrebbe invece
essere fatto risalire addirittura a D`Annunzio e ai suoi reparti coinvolti
nell`impresa di Fiume.
ideaprima1@googlemail.com 24 Ago 2017 17:30
Il giorno giovedì 24 agosto 2017 16:30:12 UTC+2, paup...@gmail.com ha scritto:
> Il giorno giovedì 24 agosto 2017 11:58:35 UTC, ideap...@googlemail.com ha
scritto:
>> e quando mai ci sarebbe stata la democrazia?
>
> Alla fine il punto e` questo, perche` la democrazia e` qualcosa di informe: e`
un metodo di voto? e` un sistema di leggi? e` il comportamento o la condizione
media dei cittadini? puo` prescindere dal risultato complessivo? si potrebbe
quasi stabilire che un paese tanto piu` e` democratico, tanto piu` e` sul punto
di generare qualsiasi altra forma di governo.
>
>
> Esempi di democrazia che rinnega se` stessa, in quanto inefficace, possono
essere il concetto di spesa pubblica inteso sempre generalmente come
improduttivo o spreco, oppure quando si elogiano le organizzazioni non
governative, come se l`essere "non governativo" (e il governo dovrebbe essere la
massima espressione democratica) fosse la garanzia di efficienza e,
paradossalmente, di neutralita` democratica.
>
> Per come la penso io, il modello archetipico delle Ong (intese come entita`
anarchiche, all`ultimo grido, giovanilistiche, efficientissime, estetizzanti,
edonistiche, situazionistiche, strafottenti e pure volgari) potrebbe invece
essere fatto risalire addirittura a D`Annunzio e ai suoi reparti coinvolti
nell`impresa di Fiume.



democrazia... il governo al popolo... ossia alla gente, non è neppure
possibile... non è possibile metter tutti d'accordo.
Ma almeno sui diritti fondamentali, si potrebbe essere d'accordo? ......
macché! ... manco su quelli. Esistono di fatto, ma non li si attua, non li si
fa rispettare. Ci si autocastra per paura di una rottura di palle dovuta al far
rispettare i propri diritti. L'umanità, in qualsiasi modo tu la metta si crea
l'inferno e lo crea a tutti.
Per forza, di tanto in tanto, deve venire una qualche fine del mondo! ... per
eliminare la maggior parte di esseri umani con tutti i loro sbagli e
ricominciare daccapo, sperando che sia la volta buona che ricominci una umanità
decente.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La filosofia e le sue questioni | Tutti i gruppi | it.cultura.filosofia | Notizie e discussioni filosofia | Filosofia Mobile | Servizio di consultazione news.